GAS FLUORURATI: APPROVATO IL NUOVO SCHEMA

Venerdì 16 marzo è stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo schema di Decreto recante la disciplina per l’adeguamento del nostro Paese alle disposizioni del regolamento (UE) 517/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra.

Nello specifico le finalità del Decreto, che si compone di 24 articoli, sono indicate all’articolo 1 e consistono:

  • nell’ individuazioni delle autorità competenti di cui al Regolamento (UE) 517/2014;
  • nell’individuazione degli organismi di controllo indipendenti competenti per le procedure di verifica dell’accuratezza dei dati di cui al Regolamento (UE) 517/2014;
  • nell’implementazione del registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate, istituito con il DPR n. 43/2012;
  • nella costituzione e gestione di una banca dati per la raccolta e la conservazione delle informazioni relative alla vendita di gas fluorurati a effetto serra e delle apparecchiature che contengono tali gas;
  • nell’individuazione di sistemi di comunicazione dell’informazioni sulle emissioni di F-gas;
  • nella promozione dello sviluppo di regimi di responsabilità del produttore per il recupero, il riciclaggio, la rigenerazione o la distruzione dei gas fluorurati a effetto serra;
  • nell’adeguamento del sistema di certificazione istituito con il DPR n. 43/2012.

A tal proposito si ricorda che il Regolamento assegna agli Stati membri il compito di stabilire o adeguare, entro il 1 gennaio 2017, i sistemi di certificazione per le persone fisiche e le imprese coinvolte in una serie di attività tra cui vi rientrano anche l’installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o smantellamento di celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero.
Segnaliamo che permane l’obbligo di iscrizione al registro telematico nazionale per le persone fisiche e per le imprese, anche per quelle che non sono sottoposte agli obblighi di certificazione degli articoli in cui lo si richiede. Tra queste imprese vi rientrano anche quelle che svolgono attività di installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o smantellamento di celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero.